Eventi e sagre

20 GENNAIO
San Sebastiano

I festeggiamenti in onore del santo sono caratterizzati da una processione serale e falò finale.

Il falò "su fogadoni", in questa ricorrenza specifica, ha un riferimento non solo al martirio del santo e ad un simbolo di purificazione, ma anche un significato legato al mito agrario; infatti, dovrebbe propiziare la fecondità della terra e il perpetuarsi della vita.

 

2 FEBBRAIO
La Candelora

E’ la ricorrenza della purificazione della Vergine, nota anche con il nome di Candelora, in quanto e’ incentrata sulla benedizione dei ceri ai quali anticamente si attribuiva il potere di combattere lo spirito del male e le forze avverse della natura. Colombe, dolci e vini sono offerti alla Vergine dalla "Priorissa Manna" che organizza i festeggiamenti ed è accompagnata in chiesa da due bambine "Is priorisseddas" che vestono abiti identici e reggono i doni, la cui offerta rappresenta lo scioglimento dei voti.
Per l’occasione si svolge una processione in cui i partecipanti reggono delle candele: se restano accese per tutta la durata del rito si traggono buoni auspici. 

 

SETTIMANA SANTA
Venerdì

Tra i riti della Settimana Santa, la Via Crucis per le vie del paese, in costumi d’epoca, con rappresentazione scenica  del calvario di Cristo e della morte.

 

MAGGIO
2° domenica  (S.S Salvatore patrono)  

La ricorrenza del Santo Patrono, che si svolge nell’arco di tre giorni,  risale a diversi secoli fa. I festeggiamenti avvengono in due periodi diversi : maggio e novembre.
La festa maggiore   e’ quella che si svolge in primavera, la 2^ domenica di maggio, per una tradizione ormai consolidata nel tempo, come risulta documentato dal Casalis nel suo Dizionario e in un documento dell’archivio comunale datato 20 marzo 1883.
La domenica e il lunedi mattina  (S. Efisio Martire)  riti liturgici; alla sera, spettacoli pirotecnici e  varie manifestazioni folcloristici e di spettacolo, in piazza “Grux’e Ferru”.

 

25 MAGGIO
Cantine Aperte

Le cantine ARGIOLAS  e Figli e la cantina dei F.LLI PALA, ormai rinomate in tutto il mondo per i loro prodotti, aprono le cantine ai visitatori, in occasione della manifestazione internazionale “Cantine Aperte - Wine Day”. 
Durante la giornata, oltre alla degustazione dei vini pregiati delle Cantine e dei prodotti gastronomici locali, vengono organizzati  intrattenimenti folcloristici, culturali e artistici ad opera delle stesse Aziende, col patrocinio del Comune.


 
LUGLIO - AGOSTO
Estate Serdianese

Vengono realizzate all’aperto, nel Centro di aggregazione sociale, una serie di manifestazioni concertistiche, corali e strumentali, operette, proiezioni cinematografiche e una rassegna di teatro per bambini.

 

SETTEMBRE
7, 8 e 9: Festeggiamenti in onore di Santa Maria di Sibiola e di San Raffaele Arcangelo

Molto suggestivi  i festeggiamenti in onore di santa Maria di Sibiola, considerata la più importante ricorrenza dell’anno. La Vergine venerata prende il nome dalla località campestre a circa 3 Km dall’abitato, in cui sorge l’omonima chiesetta
I riti della festa rievocano, in un certo modo, l’antico culto prenuragico del pellegrinaggio delle persone dal centro dell’insediamento ad un luogo sacro.
La sera del 7 settembre il simulacro viene accompagnata in processione, verso la Chiesa campestre da numerosissimi fedeli, da Gruppi folcloristici e  cavalieri.  
La mattina dell'8 settembre si svolge la  tradizionale processione propiziatoria attraverso i campi circostanti la Chiesetta, per scongiurare le avversità atmosferiche ed avere salvo il raccolto. La sera, dopo la S. Messa,  il simulacro, su un cocchio trainato da buoi,   fa rientro nel paese: al seguito della Santa, oltre ai cavalieri, ai gruppi folk, ai suonatori di launeddas, sono presenti anche "le traccas", una sorta di romeria spagnola, vale a dire una casa mobile con all’interno vesti, arredi, provviste e naturalmente la famiglia. Il suo rientro in paese viene accolto con cascate di luce e spettacoli pirotecnici.
Il giorno 9 (San Raffale), al mattino riti religiosi e alla sera manifestazioni in piazza.
Numerose in questi giorni le manifestazioni culturali, folcloristiche, con specifico riferimento ai balli e canti tradizionali,  nonché le mostre di artigianato locali e concorsi di pittura che interessano gli operatori e artisti della zona.

 

NOVEMBRE 
Prima quindicina: Festa di " Santu Sarbadoreddu"

Ricorre la festività autunnale del Patrono. Manifestazioni liturgiche (il 9 novembre) e civili (data variabile). tradizionale favata e degustazione di vini novelli e prodotti tipici locali, nel Palazzetto dello Sport.

 

DICEMBRE
“Concerto di Natale” presso la Chiesa Parrocchiale del SS. Salvatore.

Data di ultima modifica: 19/10/2016


Visualizza in modalità Desktop